Restyling di casa errori da evitare

Il troppo stroppia… gli errori da evitare nel restyling di casa.

Programmare un restyling della propria abitazione è sempre un’impresa emozionante, che regala adrenalina, grandi aspettative e, soprattutto, una grande voglia di rinnovare che si riflette, poi, anche a livello psicologico, man mano che si staziona all’interno dei locali modificati, resi più belli, funzionali ed adatti a chi li abita.

Ma, come abbiamo visto, senza i consigli e l’occhio esperto di un Interior Designer non solo ci si espone al rischio di commettere errori madornali, ma si può anche incappare in spese aggiuntive impreviste che possono far salire, e di parecchio, il budget iniziale; senza contare che il risultato finale potrebbe non essere soddisfacente come sognato.

 

Tuttavia, qualunque sia la scelta che si intraprende in questo senso, è importante tenere ben presenti alcune linee generali per evitare di “strafare”, ottenendo un’abitazione troppo misto, confusionario, che non comunichi nulla di rilassante ed ordinato alla vista ma, anzi, caos e disordine, nonostante, magari, tutto sia pulito e ineccepibile.

Il troppo stroppia… gli errori da evitare nel restyling di casa

 

Nei lavori di ristrutturazione si commettono tantissimi errori dovuti soprattutto alle scelte che opera il committente; l’architetto, in base alla sua esperienza, fa in modo di arginare i danni ma non sempre riesce ad intervenire in tempo, così capita che la casa si trasformi in un vero e proprio show-room costellato da una congerie di colori, arredi e scelte di materiali che denotano la presenza di tante idee (e ben confuse) e una totale assenza di un’ adeguata progettazione iniziale, essenziale per ottenere una casa funzionale e confortevole.

Non si può concentrare in un unico immobile o peggio in una sola stanza tutto ciò che ci piace e che vorremmo in casa nostra, è difficile, ma bisogna fare delle scelte.

Piacciono i colori scuri?

Attenzione!

Se non sono ben modulati e ben distribuiti ne può risultare un ambiente sconfortevole specialmente se la superficie finestrata e l’illuminazione artificiale non saranno adeguate: la penombra può dare un senso di pesantezza all’ambiente così come di calore ed intimità.

Ancora una volta saranno i particolari a fare la differenza.

 

Dosando il colore con accortezza e buon gusto e con l’illuminazione corretta la stanza sarà più confortevole.

Mantieni un filo conduttore, un elemento comune a ogni stanza della casa evitando preferibilmente di mischiare troppi stili a meno che non si tratti della cameretta dei bambini dov’è concesso un tocco giocoso.

Se è vero che gli ambienti non devono essere troppo carichi di arredi e ogni sorta di accessori è altresì vero che l’eccesso opposto creerà una sensazione di disagio sensoriale notevole (ricordiamoci che siamo dotati di cinque sensi, ciascuno dei quali deve essere appagato) per cui è utile optare per il giusto equilibrio fra mobili, quadri e tendaggi in modo che si esalti sia la linea che la funzionalità ed il confort della casa.

Progettazione di interni: scopri perché è importante rivolgersi ad uno studio di interior designer a Roma.

Spesso rivolgersi ad un professionista per la ristrutturazione della propria casa, contrariamente a quanto comunemente si pensa – può rivelarsi vantaggioso non solo per via del migliore risultato estetico che è possibile conferire ad un immobile, ma addirittura perché talvolta risulta in grado di produrre vantaggi economici non indifferenti.

Un professionista esperto in progettazione di interni, avendo contatti con numerosi showroom, stocchisti, artigiani, ecc. dispone di un ampio portfolio di collaboratori di fiducia da proporvi unita ad una approfondita conoscenza dei materiali esistenti, saprà suggerirvi come utilizzare al meglio il “budget” disponibile in modo tale da ottenere il miglior risultato.

Ecco alcuni buoni motivi per affidarsi ad uno studio di interior designer a Roma, esperto delle ristrutturazioni di interni:

 

1) Rispetto a qualche anno fa, non ci si rivolge più ad un progettista di interni spinti solo dal desiderio di distinguersi (la famosa casa firmata dall’architetto) con una casa all’aspetto stravagante e sofisticato.

Affidare un incarico di progettazione di interni oggi, non equivale necessariamente a spendere tanti soldi per arredi su misura, fornitori e artigiani molto costosi.

Oggi poter usufruire dei vantaggi che uno studio di interior design professionista del settore può offrire è economicamente accessibile rispetto al passato per via del maggior numero di esperti disponibili sul mercato ed è possibile – grazie ad una maggiore diffusione di showroom di arredamento di interni di fascia media – riqualificare un appartamento contenendo i costi.

2) Requisito indispensabile per godere pienamente di un immobile è che sia caratterizzato da una valida distribuzione interna.

Un buon progetto di interni saprà ottimizzare tutti gli spazi che avete a disposizione (sfruttare al massimo le altezze disponibili, le nicchie o gli spazi poco accessibili), regolarizzare i locali dalle proporzioni sbagliate (camere strette e lunghe o eccessivamente ampie), rendere più ariosi i locali con utilizzo di arredi idonei e se necessario su misura (dimensionare correttamente gli arredi e posizionarli in modo corretto nell’ambiente).

3) E’ importante che i materiali scelti per i vari rivestimenti a pavimento e a parete siano bene accostati, che vengano scelte le soluzioni tecniche o i sistemi costruttivi più adatti, e che siano in grado di riuscire a trasmettere un alto valore percepito a chi osserva.

Un progetto fornirà inoltre, suggerimenti dettagliati su come ottenere il miglior comfort, come scegliere le gamme cromatiche più adatte al vostro tipo di ambiente, il tipo di illuminazione più idonea per valorizzare gli spazi e decine di altri spunti fondamentali per conferire alla vostra casa un nuovo look, ma senza comprometterne la funzionalità.

E’ importante che tra tutti gli elementi presenti non vi siano discordanze perché se è vero che non tutti hanno gli stessi gusti, è anche vero che il nostro cervello riesce a percepire ciò che è armonico e proporzionato, a riconoscerlo come bello e a trasferire a noi stessi e a gli altri sensazioni di piacere e benessere.

4) Nello scenario immobiliare attuale (caratterizzato da sproporzione tra la domanda ed offerta di immobili disponibili sul mercato), un potenziale acquirente effettua moltissime visite prima di trovare e scegliere l’appartamento più adatto alle proprie esigenze.

Per chi è del mestiere non è difficile comprendere come questo possa accadere: spesso i clienti sono possessori di appartamenti mal tenuti, ristrutturati – anche se di recente – senza un criterio logico e con cattivo gusto, da imprese o artigiani che dispensano consigli gratuiti ma che spesso si rivelano essere controproducenti ai fini di una potenziale vendita dell’immobile (talvolta suggerimenti non curanti di quanto previsto da leggi e regolamenti comunali o d’igiene vigenti), costringendo il proprietario dell’immobile a dover intervenire per porre rimedio attraverso pratiche di regolarizzazione degli interventi eseguiti in difformità.

Per questo motivo, nelle grandi città come Roma o Milano, il lavoro del progettista di interni si sta sempre più diffondendo nell’ambito delle compravendite, tanto da essere sempre più richiesta un tipo di competenza di tipo trasversale rispetto a quella della più generica e diffusa di progettazione architettonica e direzione lavori (attività tecnica svolta da un professionista esperto di ristrutturazioni) esperto principalmente in finiture di interni (rivestimenti, trattamenti murari, ecc) e arredamento, l’interior designer può facilmente contribuire ad aumentare il livello qualitativo di un immobile senza intervenire sulle murature che suddividono gli spazi interni (ad esempio attraverso interventi di home staging).

In caso di vendita, è evidente che una casa curata, ben distribuita e correttamente illuminata risulta sicuramente più avvantaggiata rispetto ad una con caratteristiche simili ma che presenta vizi o dettagli costruttivi mal realizzati, o non presenta elementi d’accento che possano catturarne l’attenzione e renderla da subito accattivante.

E’ indispensabile in sostanza stupire, creare l’effetto “wow”.

 

Modulnova cucina

5) E’ possibile coinvolgere un progettista di interni, anche in caso di acquisto. In città con molta disponibilità di alloggi è consuetudine chiedere un parere per evitare di fare errate valutazioni preliminari (quindi ad esempio prima di fare una proposta al venditore) per verificare la possibilità di adattare alcuni arredi di cui dispone da riposizionare in un altro immobile, se è sufficientemente ampio per accogliere comodamente l’intera famiglia, ecc..

Chi acquista una casa a Roma (oggi a prezzi più vantaggiosi che mai), coglie la grande opportunità di personalizzarlo, metterlo in sicurezza (o a norma) ed adattarlo al proprio gusto e stile con prezzi contenuti, affidandosi ad uno studio di interior design per valorizzare gli spazi interni e godendo al contempo del contributo delle agevolazioni fiscali.

Ad ogni modo, per ottenere un buon risultato, generalmente non è indispensabile eseguire interventi che riguardino l’esecuzione di opere murarie ed è proprio il professionista che attraverso la sua competenza e quella dei suoi collaboratori può fornire il giusto consiglio su i vantaggi o svantaggi collegati all’esecuzione di determinati interventi.

A volte infatti, la corretta scelta dei materiali di finitura e rivestimento, l’accostamento dei corretti colori e il suggestivo studio delle luci, può essere sufficiente a migliorare la qualità di uno spazio, facendovi risparmiare tempo e denaro.

Tutti questi esempi che ti abbiamo proposto sono basati su regole standard che, in quanto tali, andrebbero interpretate sulla base del tuo personale stile d’arredamento. L’ideale sarebbe quello di avere un progetto a monte, che ti garantisca un inserimento armonico e personalizzato delle piante, appositamente studiato sulla base della tua casa e delle tue personali esigenze.

Per farlo, noi di Dezeen abbiamo approntato un metodo che, partendo da un’attenta diagnosi, ti permetterà di realizzare l’abitazione dei tuoi sogni: un posto nel quale potrai realmente rispecchiarti e sentirti davvero “a casa”.

Se anche tu vuoi evitare errori e sprechi di denaro, richiedi ora una consulenza GRATUITA con il tuo personal Interior design a Roma

Maurizio-Gobbin-Interior-Designer

Se stai leggendo questo blog vuol dire che sei interessato a sapere qualcosa in più su Dezeen.it

Dezeen.it è il primo studio di interior design Roma che ti segue dalla consulenza alla progettazione fino consegna delle chiavi.

Tengo molto a condividere con te informazioni che riguardano l‘interior design e l’arredamento, sto lavorando duramente per darti informazioni di altissima qualità.